Chat with us, powered by LiveChat
Home / Esercizi / Bicipiti / CURL PANCA SCOTT 1 MANUBRIO

CURL PANCA SCOTT 1 MANUBRIO

2018-12-04T10:56:39+00:00Gruppi Muscolari: Avambracci, Bicipiti|Attrezzi: Manubri, Panca scott|Difficoltà: Facile|

SCOPO ESERCIZIO

Il curl con manubrio su panca scott è un ottimo esercizio di isolamento particolarmente indicato per lo sviluppo della parte bassa del bicipite in prossimità dell’inserzione con l’avambraccio. L’appoggio sulla panca esclude il lavoro dei deltoidi, mentre l’avambraccio è ancora reclutato come muscolo accessorio.

bicipiti curl panca scott 1 manubrio, inizio
bicipiti curl panca scott 1 manubrio, fine

ESECUZIONE ESERCIZIO

POSIZIONE INIZIALE

Seduti alla panca scott con torace e regione ascellare ben in appoggio sul bordo alto della panca estendere completamente il braccio ed impugnare un manubrio con il palmo della mano rivolto verso l’alto (presa supina).

MOVIMENTO

Sollevare il manubrio fino al massimo punto di contrazione muscolare. Ritornare quindi lentamente alla posizione di partenza.

CONSIGLI ED ERRORI

mappa muscoli bicipiti curl scott manbrio

RESPIRAZIONE

Inspirare durante la fase discendente del manubrio ed espirare durante la fase di sforzo e contrazione del bicipite cioè durante la fase di salita.

CONSIGLI

Gli esercizi alla panca scott, sia con manubri che con il bilanciere, sono fondamentali, nell’allenamento dei bicipiti, per lo sviluppo della parte bassa lavorandolo in quasi isolamento. La versione con manubri è consigliabile a tutti gli atleti che hanno problemi alle articolazioni dei gomiti impugnando il bilanciere.
L’uso del manubrio, inoltre, permette di extra-ruotare opzionalmente l’avambraccio nella fase finale dell’esercizio coinvolgendo anche la parte esterna del bicipite (muscolo brachiale). Molto importante è il fatto che la discesa del manubrio deve essere completa per estendere completamente il muscolo bicipite mentre la salita non deve chiudere completamente l’avambraccio per non perdere la contrazione muscolare.

ERRORI

– Non aiutarsi eccessivamente con l’altro braccio per superare i ‘punti morti’.
– Evitare di sollevare il manubrio chiudendo eccessivamente l’avambraccio in modo da perdere così la contrazione muscolare.
– Evitare di eseguire un movimento parziale di discesa limitando l’estensione del bicipite e quindi limitando notevolmente l’azione di allungamento dello stesso.

Scopri più di 500 esercizi a tua disposizione

CREA IL TUO PROFILO GRATIS