Chat with us, powered by LiveChat
Home / Esercizi / Glutei / STACCO SWING KETTLEBELL UNA MANO

STACCO SWING KETTLEBELL UNA MANO

2018-12-04T15:32:01+00:00Gruppi Muscolari: Glutei|Attrezzi: Kettlebells|Difficoltà: Intermedio|

SCOPO ESERCIZIO

L’esercizio stacco swing kettlebell una mano serve a rinforzare la muscolatura degli arti inferiori, nello specifico glutei e femorali. Vengono sollecitati anche i lombari come muscoli secondari.

allenamento glutei stacco swing kettlebell una mano inizio
allenamento glutei stacco swing kettlebell una mano fine

ESECUZIONE ESERCIZIO

POSIZIONE INIZIALE

Piedi divaricati quanto le spalle con le punte dirette verso l’esterno, kettlebell al centro dei piedi lungo la verticale del peso. Portare l’anca il più indietro possibile, mentre le gambe si piegano, il busto si inclina, un braccio si estende in direzione del sovraccarico e l’altro braccio si allontana teso lateralmente al corpo. Impugnare la maniglia con la mano che si avvicina all’attrezzo.

MOVIMENTO

Inarcare la schiena fino a portare le spalle lungo la verticale del peso corporeo e spingere con le gambe fino a staccare la kettlebell dal pavimento. Estendere completamente e simultaneamente l’anca e le ginocchia, terminando con una forte contrazione dei glutei. Alla fine del movimento, la kettlebell rimane all’altezza del bacino.

CONSIGLI ED ERRORI

mappa muscolare glutei stacco swing kettlebell una mano

RESPIRAZIONE

Inspirare durante la posizione di accosciata degli arti inferiori. Trattenere il fiato durante l’estensione delle gambe ed espirare con forza nella fase di contrazione dei glutei al termine del movimento.

CONSIGLI

L’esercizio concentra l’attività muscolare sugli arti inferiori, con maggiore enfasi per i muscoli posteriori. La distensione degli arti inferiori prevede tre fasi, la prima caratterizzata dall’arretramento dell’anca, la seconda della distensione delle gambe e la terza della contrazione dei glutei. In ognuna delle tre fasi concentratevi sui tre diversi obiettivi.

ERRORI

Evitare di perdere l’estensione della schiena, controllando l’altezza del braccio libero e disteso di lato. Concentrarsi per evitare anche l’arretramento delle anche, evitando di portare le ginocchia troppo avanti oltrepassando le ginocchia. Bassa schiena e ginocchia sono le parti del corpo più soggette a traumi se non vi concentrate

Scopri più di 500 esercizi a tua disposizione

CREA IL TUO PROFILO GRATIS